Digital Audio Workstations for Beginners

Le quattro workstation per principianti da noi consigliate

“Per imparare a sviluppare le proprie abilità prima di investire in qualcosa di più complesso è meglio utilizzare una DAW facile ed intuitiva.”

Ormai tutti gli artisti e i produttori alle prime armi desiderano lavorare con il proprio computer, nel proprio studio di registrazione casalingo utilizzando il software di registrazione più adatto ai loro interessi, alle loro preferenze e al loro stile.

Per fortuna, quando si tratta di workstation per audio digitale (DAW), la scelta è vastissima insieme a una gamma di prezzi adatta a tutte le tasche. A dirla tutta però, la cosa migliore da fare per un principiante è scegliere una DAW dal prezzo conveniente o – perché no – gratuitaUna DAW costosa e ricca di funzioni non si rivelerà necessariamente utile per chi comincia. Per imparare a sviluppare le proprie abilità prima di investire in qualcosa di più complesso è meglio utilizzare una DAW facile ed intuitiva.

Al giorno d’oggi le DAW sono tutte relativamente simili, con leggere differenze a livello di layout, ma in sostanza funzionano  tutte allo stesso modo. Quando si lavora con file audio in formato digitale le condizioni essenziali, gli attributi e le logistiche sono identiche a prescindere dal programma utilizzato. La differenza tra le diverse DAW è la funzionalità, la facilità di utilizzo e le impostazioni speciali, come ad esempio certe tipologie di plug-in VST e caratteristiche specifiche per il live programming. Tra tutte le DAW convenienti a disposizione, ecco qui le quattro con cui ho iniziato e che reputo valide sia per i principianti che per i professionisti.

Ableton Live 10 Lite

Per iniziare, Ableton Live è la mia DAW preferita in assoluto. È la DAW più user-friendly che io abbia mai utilizzato, le sue funzioni sono incredibilmente facili e intuitive da imparare. Ho notato che quando utilizzo Ableton conto meno click rispetto a quando utilizzo qualunque altra DAW. L’obiettivo di Ableton è rendere il processo di produzione musicale il più scorrevole possibile ed è esattamente ciò che fa. Questa DAW può farti sembrare davvero un professionista. Non è solo un perfetto software di registrazione e produzione, ma trasforma il tuo portatile in una vera e propria attrezzatura.

Questo software è unico per il mixaggio live e DJ set; da qui il nome Live. È stata una delle prime applicazioni musicali ad effettuare automaticamente il beat-match delle tracce; offre quindi una suite di comandi per il beat-matching, il cross-fading e altri effetti utilizzati dai DJ.

Per un’introduzione più approfondita alla nuova versione di Ableton 10, dai un’occhiata a questa attuale recensione su Sound on Sound.

Puoi acquistare Ableton Live Lite per 79 €, ma ti consiglio prima di familiarizzare con il prodotto utilizzando la prova gratuita di 30 giorni.

 

Cubase Elements 10

Cubase di Steinberg è la DAW con cui ho registrato il mio primo album nel piccolo studio della mia camera da letto a Berlino.

Una curiosità: all’inizio era stato progettato come sequenziatore MIDI da eseguire sul computer Atari ST nel 1989, ma da allora è molto cambiato. Nel 1999 ha introdotto un’interfaccia virtuale per i sintetizzatori software conosciuta come VSTi. Questo ha permesso ai programmatori di software di terze parti di creare e vendere strumenti virtuali per Cubase. Questa tecnologia è diventata lo standard de facto per altri software DAW nel momento in cui si integrano strumenti basati su software sulle piattaforme Macintosh e Windows.

Cubase Elements 10 è l’ultima versione di questa DAW di riguardo. Consiglio vivamente questo potente software per qualunque tipo di progetto audio, soprattutto per l’editing di audiobook, per via della sua capacità di cambiare il tempo del progetto senza spostare gli elementi. Cubase Elements 10 è venduto a 99 €, ma prova prima la versione gratuita per vedere se è adatta a te.

Cakewalk di Bandlab

Cakewalk di Bandlab è un software di produzione musicale tutto-in-uno distribuito gratuitamente per Windows 10.

Le specifiche DAW di questo prodotto facevano originariamente parte di un software di produzione musicale chiamato Sonar. Ora è disponibile con il nome di Cakewalk su una piattaforma chiamata Bandlab.

Bandlab è un’applicazione social media/piattaforma cloud sulla quale i musicisti e i fan possono creare musica, collaborare ed entrare in contatto tra loro in tutto il mondo. Credo che Cakewalk sia una DAW davvero divertente da utilizzare per i progetti di registrazione live e per le produzioni audio più semplici. È dotata di tutte le funzioni base, è incredibilmente facile da utilizzare, semplifica la collaborazione e la condivisione di progetti sul web ed è gratuita. Si tratta di un eccellente strumento di apprendimento per chiunque si avvicini alla produzione musicale.

 

Garageband

Garageband è la prima DAW che ho utilizzato nella mia vita, sul mio primo Mac, ed è il software grazie al quale ho imparato a registrare le mie prime demo. È uno strumento di produzione musicale completo di tutte le funzioni, disponibile gratuitamente, solo per prodotti Apple, con una libreria di suoni completa che include strumenti, preset per chitarra e voce, e con un’incredibile selezione di sessioni di batteria e percussioni. Se usi un Mac e hai appena iniziato a lavorare con il suono, questa è una fantastica opzione per imparare le basi. È perfetta per le registrazioni più semplici e per creare i tuoi beat e i tuoi mix. Credo che Garageband sia molto di più di un bel giocattolino per Mac, e addirittura un programma essenziale per i professionisti.

Dopo aver sviluppato le tue abilità con una di queste quattro DAW sarai sicuramente in grado di utilizzare un software più avanzato. Al tempo stesso, anche dopo aver imparato tutto il possibile da queste DAW, sono sicuro che continuerai ad utilizzarle in futuro perché ognuna è dotata di funzioni distintive che possono tornare utili per determinati tipi di lavori e progetti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere certo di non perdere i nostril articoli.

Condividi

Post correlati

Future Vs. Future: come assicurarti che la tua musica non finisca sul profilo Spotify sbagliato

| Blog Articles | No Comments

Spotify e Apple Music hanno sviluppato i propri sistemi interni per tracciare i nomi degli artisti. Spotify, nello specifico, assegna ad ogni artista un codice denominato URI.

Le novità di Apple Music for Artists

| Blog Articles | No Comments

In this post, we’ll walk you through setting up your Apple Music for Artists profile and take a look at some of its key features.

3 strategie di pubblicazione vincenti per musicisti ed etichette

| Blog Articles | No Comments

Uno sguardo approfondito al modo in cui l’industria è cambiata e 3 strategie di pubblicazione consigliate dal nostro team di Artist & Label Relations!

Digital Audio Workstations for Beginners

Le quattro workstation per l’audio digitale per principianti da noi consigliate

| Blog Articles | No Comments

Le quattro workstation per principianti da noi consigliate di Brandon Miller “Per imparare a sviluppare le proprie abilità prima di investire in qualcosa di più complesso è meglio utilizzare una DAW…